Regione Lombardia

Regione Lombardia

S.C. Formaprof, ente accreditato in Regione Lombardia, aderisce ai bandi emanati dalla regione, rivolti a disoccupati ed inoccupati, che prevedono l’erogazione di servizi finalizzati al reinserimento o il primo inserimento nel mondo del lavoro. Questi servizi sono gratuiti per i destinatari.

Supporta, inoltre, le aziende che intendono usufruire degli incentivi previsti per le nuove assunzioni e per la formazione continua dei propri dipendenti.

Le attività si rivolgono alle persone in cerca di occupazione, agli occupati, alle imprese e agli altri datori di lavoro, offrendo servizi qualificati in materia di lavoro:

• attività di accoglienza e orientamento al lavoro;
• erogazione di servizi finalizzati all'inserimento lavorativo;
• attivazione di percorsi formativi;
• intermediazione fra domanda e offerta di lavoro;
• attività di consulenza alle imprese per un efficace incontro tra domanda e offerta di lavoro;
• informazioni sugli incentivi, sulle politiche attive di inserimento al lavoro e sulla creazione di lavoro autonomo;
• funzioni amministrative connesse al collocamento previste dalla normativa nazionale e regionale.
 
POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO E I SERVIZI DI PROMOZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA, PERMANENTE, DI SPECIALIZZAZIONE E ABILITANTE (O REGOLAMENTATA)
 
I percorsi formativi sono progettati con riferimento al QRSP. Il Quadro Regionale degli Standard Professionali di Regione Lombardia (QRSP, approvato con D.D.U.O. n. 11809 del 23 dicembre 2015 “Nuovo repertorio regionale delle qualificazioni professionali denominato “Quadro regionale degli standard professionali”, in coerenza con il repertorio nazionale e con il sistema
nazionale di certificazione delle competenze) definisce e classifica profili e competenze professionali presenti nella realtà lavorativa lombarda, raggruppati in settori economico professionali.
Il QRSP, infatti, si costituisce per essere il riferimento comune per:
• progettare percorsi formativi di specializzazione, di formazione continua e permanente;
• certificare le competenze acquisite in ambito formale (percorsi formativi), non formale (lavoro) e informale (esperienze di vita);
• facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro e la spendibilità delle competenze acquisite.
Tale sistema di certificazione delle competenze permette di:
• valorizzare il proprio capitale umano e professionale in competenze, conoscenze e abilità;
• garantire la spendibilità delle competenze acquisite anche a livello nazionale ed europeo;
• tenere conto delle competenze acquisite in tutti i contesti, nella prospettiva dell’apprendimento permanente.